LA VALLE

Situato un poco in ombra, in una zona non molto felice, Ŕ forse il borgo piu' particolare e misterioso. Le case sono a schiera lungo la Via , ma a breve distanza vi sono gruppi di edifici a se' stanti e anche grandi case singole, ad indicare un' evoluzione del modo di edificare seguita ad un cambiamento sociale. Spiccano la grande dimora dei Contardi, la casa rustica detta CarugiÓ, i ruderi della Casa del capitano ( nella quale nacque nel 1611, il pittore Giovanni Francesco Cassana), i miseri resti di quella che fu una notevole costruzione nella quale era compresa anche una cappella privata, e la lunga schiera di edifici (spesso costruiti su roccia) in parte diroccati. Ci sono bellissimo portale sul quale Ŕ scalpellinata la figura di un uomo senza capelli, con grandi mani, che porta un contenitore con tre fiori a quattro petali. Anche qui, parte del patrimonio edilizio Ŕ andata in rovina a causa dell'emigrazione e del disinteresse.